arenesfrit

La storia

Nel corso degli ultimi anni la situazione dei cristiani in Terra Santa è stata molto difficile, sia nei Territori dell’Autonomia Palestinese, sia in Israele. Gerusalemme in particolare, Città Santa per cristiani, ebrei e musulmani, è purtroppo teatro di continue tensioni.

La Città Vecchia di Gerusalemme è considerata patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Le antiche mura racchiudono una superficie di 900.000m² e la città è suddivisa in 4 quartieri: cristiano, armeno, ebraico e musulmano. Gli abitanti sono circa 40.000. Il tasso di densità cambia di quartiere in quartiere, ma il centro storico è certamente sovrappopolato.
I francescani della Custodia Francescana di Terra Santa possiedono da molti secoli numerosi edifici in quest’area: oltre ai conventi e alle chiese, contano circa 400 unità abitative solo all’interno della Città Santa. Tali abitazioni vengono assegnate alle famiglie cristiane più bisognose che pagano ai francescani della Custodia di Terra Santa affitti simbolici. Molti ambienti sono tuttavia fatiscenti e le condizioni abitative insalubri, insicure e disagiate. Si tratta di una vera e propria emergenza abitativa, che ha spinto i francescani della Custodia di Terra Santa a intervenire con un ampio programma di interventi all’interno della Città Santa di Gerusalemme.

La scelta di investire nell’assunzione e nella formazione di personale locale richiama l’antica tradizione della presenza francescana in Terra Santa, che da sempre è coinvolta nel campo educativo per la formazione delle persone ed in particolare dei cristiani di Terra Santa. All’inizio del ‘900 i frati francescani avevano avviato importanti officine di lavorazione del ferro, della pietra, del legno, insegnando moderne tecniche costruttive (francescano fu ad esempio il primo edificio in cemento armato nella Città Vecchia di Gerusalemme) e avviando al lavoro centinaia di ragazzi cristiani locali. Oggi continuano idealmente questa iniziativa impegnando operai locali nei lavori di ristrutturazione e conservazione programmata degli edifici nella Città Santa di Gerusalemme ed in particolar modo nella Città Vecchia. Analoghe iniziative di impiego e formazione di giovani e operai locali vengono attualmente realizzate dai francescani della Custodia di Terra Santa anche nell’ambito dei lavori in corso al Monte Nebo (in Giordania), a Sebastia e attraverso la collaborazione con il Mosaic Center di Gerico.